Thanksgiving day - Storia e attività creative

Il Thanksgiving, una delle feste d'oltreoceano che amo di più.


Una delle cose che apprezzo di più è che in questa festa si chiede ai bambini di ringraziare per quello che hanno, più in basso trovate la spiegazione del Thanksgiving, ed ecco che sulle piume dei tacchini, realizzati con le loro manine, spuntano tanti validi motivi per essere grati.

Qualche anno fa in uno dei miei corsi di Creative English con la mia amica e collega Laura, abbiamo realizzato un cartellone con i padri pellegrini e la Mayflower e i nativi americani. Dopo aver spiegato la parte storica abbiamo realizzato i tacchini con le sagome delle manine dei bambini e una pannocchia di mais.




Storia del Thanksgiving: (da Wikipedia)

I Padri Pellegrini, perseguitati in patria per la loro adesione ad un cristianesimo rigorosamente calvinista, decisero all'inizio del diciassettesimo secolo di abbandonare l'Inghilterra e andare nel Nuovo Mondo, l'attuale America del Nord. 102 pionieri (52 uomini, 18 donne e 32 bambini) imbarcati a bordo della Mayflower, arrivarono sulle coste americane nel 1620, dopo un duro viaggio attraverso l'Oceano Atlantico.
Arrivarono, con l'inverno ormai alle porte, si trovarono di fronte a un territorio selvatico e inospitale, fino ad allora abitato solo da nativi americani. I Pellegrini avevano portato dall'Inghilterra dei semi di vari prodotti che si coltivavano in patria e li seminarono nella terra dei nuovi territori. Per la natura del terreno e per il clima, la semina non produsse i frutti necessari al sostentamento della popolazione, per cui quasi la metà di loro non sopravvisse al rigido inverno. Questa situazione rischiava di riproporsi anche l'anno successivo se non fossero intervenuti i nativi americani, che indicarono ai nuovi arrivati quali prodotti coltivare e quali animali allevare, nella fattispecie il granturco e i tacchini.
Dopo il duro lavoro degli inizi, i Pellegrini indissero un giorno di ringraziamento a Dio per l'abbondanza ricevuta e per celebrare il successo del primo raccolto. I coloni invitarono alla festa anche gli indigeni, grazie ai quali avevano potuto superare le iniziali difficoltà di adattamento ai nuovi territori.
Nativi americani con i padri pellegrini e la Mayflower

Il tacchino, simbolo della festa, è usanza scrivere sulle sue piume i motivi per cui si ringrazia.

Il Mais, altro simbolo del Thanksgiving 

I bambini ascoltano Laura che racconta loro la storia



Commenti

Post popolari in questo blog

Laboratorio sulle fiabe e sui colori dal libro di Bruno Munari

Maschera e costume da Fiore